Monthly Archives: luglio 2014

Messaggi da cogliere

Luca Ortolano

Luca Ortolano

Ti è mai capitato di pensare a qualcuno e, casualmente, ricevere successivamente sue notizie entro poche ore? Oppure di pensare ad una canzone e subito dopo sentirla alla radio? Hai mai avuto la sensazione che eventi apparentemente scollegati capitino sempre insieme o che magari siano sempre uno successivo all’altro?

Sono sicuro che tutto questo ti è capitato, e voglio darti qualche elemento in più per progredire nella comprensione. Spero che questo  potrà essere utile per formare le tue chiavi di lettura.

Io non credo siano semplici casualità. Credo che il tuo essere più profondo si stia mettendo in contatto con la realtà. Noi non siamo fatti per vivere la semplice “routine di tutti i giorni”; la routine non esiste, ogni giorno è unico e degno di “riempirlo” con il nostro meglio. Siamo fatti per agire ed essere artefici del nostro destino.

Come ormai tutti abbiamo capito, ed è stato detto e ripetuto fino alla nausea, noi utilizziamo consciamente solo il 10% della nostra capacità cerebrale. Togliendo gli automatismi che servono a far vivere il corpo fisico in modo autonomo (per esempio respirare) quello che resta è comunque una buona quantità di parte inconscia ed intuitiva. Essa resta attiva anche quando la tua attenzione è rivolta ad altro ed effettua continue “scansioni” della realtà, comunicando con te verso il tuo livello conscio.

Ma come si collega questo alla tua vita libera? La risposta è importante. In un certo senso il nostro destino è predeterminato. Non certo nel senso che il tuo destino è fissato e immutabile. Ma devi trovare il tuo scopo sulla terra. Sta solamente a te trovarlo. Accettarlo o negarlo. Decidere di seguire la strada che ti porterà al tuo successo personale (qualunque esso sia) o decidere di rivolgere la tua attenzioni verso altri spazi.

Devi, però, fare attenzione a questi messaggi subliminali… notarli (perché potresti facilmente non notarli!), renderli consci e prendere le tue decisioni in accordo, ma liberamente. A me capita in continuazione. Ho semplicemente imparato a ad essere ricettivo verso questi segnali. Proprio questa mattina, qualche ora dopo aver pensato al breve scambio che avevamo avuto, mi è capitato di incontrare una giornalista che avevo conosciuto qualche mese fa. E’ evidente che c’è un nesso, quanto meno di interesse comune, e che potrebbe essere opportuno approfondire.

Ma l’importante è conoscere e capire! Solo allora si può vivere veramente liberi. Perché senza conoscenza, non possiamo scegliere. E senza scelta la nostra vita è legata ed immobile.

Spero che questa lettura possa averti aiutato a formare un quadro migliore degli eventi.

Non permettere di rimanere senza scelte, vivi libero.